STARTUP INNOVATIVE?

ECCO LE RISPOSTE ALLE DOMANDE PIÙ FREQUENTI
Cos’è una startup innovativa?
È una società di capitali residente in Italia o in un stato dell’UE con una sede produttiva o una filiale in Italia.
(Art 25, Comma 2)

Quali sono i vantaggi di una startup innovativa?
I vantaggi di una startup innovativa sono Esenzioni, Agevolazioni, Deroghe e Strumenti speciali. In particolare:
- Semplificazioni burocratiche e fiscali
- Incentivi fiscali
- Facilitazioni nell’accesso al credito bancario
- Sostegno all’internazionalizzazione
- Flessibilità di gestione societaria
- Disciplina del lavoro su misura
- Piani d’incentivazione in equity
- Equity crowdfunding
- Fail-fast

Chi può diventare startup innovativa?
Tutte le società di capitali residenti in Italia o all’estero ma in possesso di una sede produttiva o una filiale in Italia.
(Art 25, Comma 2)

Come si diventa startup innovativa?
Iscrivendo la società alla sezione speciale del Registro delle Imprese e autocertificando il possesso dei requisiti previsti.
(Art 25, Comma 8 e 9)

Quali sono i requisiti necessari per diventare startup innovativa?
- Ha meno di 5 anni di vita
- Non distribuisce né ha mai distribuito utili
- Il suo ultimo bilancio non supera i 5 milioni di euro
- Non è stata fusa, scissa o ceduta
- Ha come oggetto sociale l’innovazione tecnologica
- Ha almeno uno dei 3 requisiti:
   - Investe almeno il 15% in ricerca e sviluppo
   - Ha un brevetto per industria, biotecnologie, semiconduttori o varietà vegetali
   - I 2/3 dei suoi dipendenti sono laureati magistrali
(Art 25, Comma 2)

Come si mantiene nel tempo lo statuto di startup innovativa?
Rispettando gli obblighi definiti dalla legge, ovvero:
- Obbligo di aggiornamento dei requisiti (comma 14)
- Obbligo di mantenimento dei requisiti nel tempo (comma 15)
- Obbligo di pubblicità delle informazioni (comma 11)

Quali sono gli obblighi di una startup innovativa?
La startup innovativa ha 3 obblighi:
- Obbligo 1 = Le startup innovative sono tenute ad aggiornare con cadenza semestrale le informazioni fornite in sede di presentazione della domanda d’iscrizione alla sezione speciale del Registro Imprese. (Comma 14)
- Obbligo 2 = Entro sei mesi dalla chiusura di ciascun esercizio la startup innovativa è tenuta ad attestare il mantenimento dei requisiti per essere tale, depositando l'autocertificazione presso l'ufficio del Registro delle Imprese. (Comma 15)
- Obbligo 3 = Le startup innovative devono rendere le loro informazioni sensibili disponibili a terzi per via telematica o su supporto digitale, in modo che siano gestibile dai motori di ricerca e rielaborabile/ripubblicabile da tutti. (Comma 11)

Quali informazioni devo pubblicare nella sezione speciale del Registro imprese?
Nella sezione speciale del Registro delle Imprese, la startup innovativa rende pubbliche le seguenti informazioni: anagrafica, attività svolta, soci fondatori e collaboratori, bilancio, rapporti con gli altri attori della filiera quali incubatori o investitori.
Quali informazioni devo pubblicate per via telematica o informatica?
La startup è tenuta a pubblicare per via telematica o informatica in formato tabellare, le seguenti informazioni: a) data e luogo di costituzione, nome e indirizzo del notaio; b) sede principale ed eventuali sedi periferiche; c) oggetto sociale; d) breve descrizione dell’attività svolta, comprese l’attività e le spese in ricerca e sviluppo; e) elenco dei soci, con trasparenza rispetto a fiduciarie, holding, con autocertificazione di veridicità; f) elenco delle società partecipate; g) indicazione dei titoli di studio e delle esperienze professionali dei soci e del personale che lavora nella start-up innovativa, esclusi eventuali dati sensibili; h) indicazione dell’esistenza di relazioni professionali, di collaborazione o commerciali con incubatori certificati, investitori istituzionali e professionali, università e centri di ricerca; i) ultimo bilancio depositato, nello standard XBRL; l) elenco dei diritti di privativa su proprietà industriale e intellettuale.
Ogni quanto devo aggiornare le mie informazioni?
Le informazioni, devono essere aggiornate con cadenza non superiore a 6 mesi e sono sottoposte al regime di pubblicità di cui al comma 10.
Ogni quanto deve dichiarare il mantenimento dei requisiti?
Entro 30 giorni dall’approvazione del bilancio e comunque entro sei mesi dalla chiusura di ciascun esercizio, tramite autodichiarazione depositata presso l’ufficio del Registro delle Imprese.
Cosa succede se non adempio agli obblighi imposti per la startup innovativa?
Se non adempie agli obblighi, la startup innovativa è punita con sanzione pecuniaria, perde i requisiti di startup innovativa, viene cancellate dalla sezione speciale del Registro delle Imprese e perde tutti i suoi diritti di startup innovativa, compresi fondi e finanziamenti.

NON HAI TROVATO LE RISPOSTE CHE CERCAVI?

STARTUP INNOVATIVE?

ECCO LE RISPOSTE ALLE DOMANDE PIÙ FREQUENTI
Cos’è una startup innovativa?
È una società di capitali residente in Italia o in un stato dell’UE con una sede produttiva o una filiale in Italia.
(Art 25, Comma 2)

Quali sono i vantaggi di una startup innovativa?
I vantaggi di una startup innovativa sono Esenzioni, Agevolazioni, Deroghe e Strumenti speciali. In particolare:
- Semplificazioni burocratiche e fiscali
- Incentivi fiscali
- Facilitazioni nell’accesso al credito bancario
- Sostegno all’internazionalizzazione
- Flessibilità di gestione societaria
- Disciplina del lavoro su misura
- Piani d’incentivazione in equity
- Equity crowdfunding
- Fail-fast

Chi può diventare startup innovativa?
Tutte le società di capitali residenti in Italia o all’estero ma in possesso di una sede produttiva o una filiale in Italia.
(Art 25, Comma 2)

Come si diventa startup innovativa?
Iscrivendo la società alla sezione speciale del Registro delle Imprese e autocertificando il possesso dei requisiti previsti.
(Art 25, Comma 8 e 9)

Quali sono i requisiti necessari per diventare startup innovativa?
- Ha meno di 5 anni di vita
- Non distribuisce né ha mai distribuito utili
- Il suo ultimo bilancio non supera i 5 milioni di euro
- Non è stata fusa, scissa o ceduta
- Ha come oggetto sociale l’innovazione tecnologica
- Ha almeno uno dei 3 requisiti:
   - Investe almeno il 15% in ricerca e sviluppo
   - Ha un brevetto per industria, biotecnologie, semiconduttori o varietà vegetali
   - I 2/3 dei suoi dipendenti sono laureati magistrali
(Art 25, Comma 2)

Come si mantiene nel tempo lo statuto di startup innovativa?
Rispettando gli obblighi definiti dalla legge, ovvero:
- Obbligo di aggiornamento dei requisiti (comma 14)
- Obbligo di mantenimento dei requisiti nel tempo (comma 15)
- Obbligo di pubblicità delle informazioni (comma 11)

Quali sono gli obblighi di una startup innovativa?
La startup innovativa ha 3 obblighi:
- Obbligo 1 = Le startup innovative sono tenute ad aggiornare con cadenza semestrale le informazioni fornite in sede di presentazione della domanda d’iscrizione alla sezione speciale del Registro Imprese. (Comma 14)
- Obbligo 2 = Entro sei mesi dalla chiusura di ciascun esercizio la startup innovativa è tenuta ad attestare il mantenimento dei requisiti per essere tale, depositando l'autocertificazione presso l'ufficio del Registro delle Imprese. (Comma 15)
- Obbligo 3 = Le startup innovative devono rendere le loro informazioni sensibili disponibili a terzi per via telematica o su supporto digitale, in modo che siano gestibile dai motori di ricerca e rielaborabile/ripubblicabile da tutti. (Comma 11)

Quali informazioni devo pubblicare nella sezione speciale del Registro imprese?
Nella sezione speciale del Registro delle Imprese, la startup innovativa rende pubbliche le seguenti informazioni: anagrafica, attività svolta, soci fondatori e collaboratori, bilancio, rapporti con gli altri attori della filiera quali incubatori o investitori.
Quali informazioni devo pubblicate per via telematica o informatica?
La startup è tenuta a pubblicare per via telematica o informatica in formato tabellare, le seguenti informazioni: a) data e luogo di costituzione, nome e indirizzo del notaio; b) sede principale ed eventuali sedi periferiche; c) oggetto sociale; d) breve descrizione dell’attività svolta, comprese l’attività e le spese in ricerca e sviluppo; e) elenco dei soci, con trasparenza rispetto a fiduciarie, holding, con autocertificazione di veridicità; f) elenco delle società partecipate; g) indicazione dei titoli di studio e delle esperienze professionali dei soci e del personale che lavora nella start-up innovativa, esclusi eventuali dati sensibili; h) indicazione dell’esistenza di relazioni professionali, di collaborazione o commerciali con incubatori certificati, investitori istituzionali e professionali, università e centri di ricerca; i) ultimo bilancio depositato, nello standard XBRL; l) elenco dei diritti di privativa su proprietà industriale e intellettuale.
Ogni quanto devo aggiornare le mie informazioni?
Le informazioni, devono essere aggiornate con cadenza non superiore a 6 mesi e sono sottoposte al regime di pubblicità di cui al comma 10.
Ogni quanto deve dichiarare il mantenimento dei requisiti?
Entro 30 giorni dall’approvazione del bilancio e comunque entro sei mesi dalla chiusura di ciascun esercizio, tramite autodichiarazione depositata presso l’ufficio del Registro delle Imprese.
Cosa succede se non adempio agli obblighi imposti per la startup innovativa?
Se non adempie agli obblighi, la startup innovativa è punita con sanzione pecuniaria, perde i requisiti di startup innovativa, viene cancellate dalla sezione speciale del Registro delle Imprese e perde tutti i suoi diritti di startup innovativa, compresi fondi e finanziamenti.